Settore Idrico Integrato

Impianto di potabilizzazione

 

Immagine2 pot

L’impianto di potabilizzazione, ubicato nella zona industriale di Olbia (SS), ha una potenzialità massima pari a circa 200 – 220 l/s e risulta a servizio dell’intero comprensorio Immagine3 pot industriale di Olbia (800 ettari), nonché marginalmente di taluni insediamenti limitrofi all’area industriale stessa. Durante il periodo estivo (giugno ÷ settembre), detto impianto fornisce inoltre acqua potabile anche alla frazione urbana di Pittulongu, in forza ad ordinanze sindacali tutt’ora vigenti, nonché, su richiesta del gestore della rete pubblica cittadina (Abbanoa S.p.A.), ad alcune aree del centro urbano di Olbia.

Il potabilizzatore consortile è attualmente approvvigionato di acqua grezza dall’Ente acque della Sardegna (ENAS), tramite la diga del Liscia, nonché da limitati quantitativi provenienti da altri punti di captazione autorizzati.

Il servizio idrico consortile inoltre rifornisce di acqua potabile anche le navi che attualmente attraccano al porto industriale di Olbia.

I processi di trattamento chimico/fisico garantiscono la rimozione delle sostanze contaminanti (materiale organico e inorganico) dall'acqua grezza, con l’ottenimento di acqua potabile da destinare al consumo domestico o per usi industriali, nel rispetto degli standard imposti del D. Lgs. 31/2001 e ss.mm.ii.

La gestione del CIPNES pone particolare attenzione alla salvaguardia dell’ambiente, alla minimizzazione degli impatti prodotti ed alla sensibilizzazione dei diversi stakeholders.

Immagine1 pot