Gallura, il reddito pro capite è di 15 mila euro

I dati del ministero dell'Economia sul 2018. Segno più per gli imprenditori

olbiaIl ministero dell’Economia ha pubblicato, giorni fa, le statistiche sulle dichiarazioni dei redditi del 2018, gli ultimi disponibili e quindi precedenti alla crisi causata dal Coronavirus. È così possibile fotografare una parte importante dell’economia della Gallura, una delle aree più dinamiche della Sardegna con le sue 19 mila imprese attive, di cui 537 nell’area industriale del Cipnes Gallura.

Il numero totale di contribuenti Irpef della Gallura (intesa qui come l’insieme dei 26 Comuni della ex Provincia) è di 109 mila (per la precisione 108.693) e il reddito pro capite medio è di 15 mila euro (15.174, per l’esattezza).

Il maggior numero dei contribuenti è a Olbia (39.823), Arzachena (9428), Tempio (9366) e La Maddalena (7745). Il reddito pro capite più alto è a Golfo Aranci, pari a 18.754 euro; al secondo posto c’è La Maddalena, con 18.375 euro; al terzo Olbia, con 17.715 euro; al quarto Arzachena, con 17.618 euro; al quinto San Teodoro, con 17.071 euro.

I redditi per tipologia. I redditi dei galluresi da lavoro dipendente sono 61.025, quelli da fabbricati sono 41.631, quelli da pensione sono 31.940, quelli da partecipazione (in società di persone) sono 6134, quelli degli imprenditori (imprese individuali) sono 5427, quelli dei lavoratori autonomi sono 1770.

Il ministero dell’Economia, attraverso il Dipartimento delle Finanze, fa una doverosa precisazione: “E’ opportuno ribadire che per “imprenditori” nelle dichiarazioni Irpef si intendono i titolari di ditte individuali, escludendo pertanto chi esercita attività economica in forma societaria; inoltre la definizione di imprenditore non può essere assunta come sinonimo di “datore di lavoro” in quanto la gran parte delle ditte individuali non ha personale alle proprie dipendenze”. I redditi degli imprenditori, con dipendenti, saranno forniti a giugno.

Il reddito medio per categoria. Ora analizziamo i redditi dei galluresi in base alla categoria. I redditi dei 1770 autonomi galluresi ammontano a 67.895.312 euro: il reddito medio è di 38.358. I redditi degli imprenditori (titolari di ditte individuali) ammontano a 100.347.761 euro: il reddito medio dei 5427 contribuenti è di 18.490 (i contribuenti erano 4439 nel 2017). I redditi da lavoro dipendente ammontano in Gallura a 1 miliardo: il reddito medio dei 61.025 contribuenti è di 16.461 euro. I redditi degli imprenditori con partecipazione in società di persone ammontano a 81.625.207: il reddito medio dei 6134 contribuenti è di 13.307 euro.

I redditi per fascia. I contribuenti galluresi che dichiarano da 0 a 10 mila euro all’anno sono 37.690, quelli da 10 mila a 15 mila sono 17.411, quelli da 15 mila a 26 mila sono 30.779, quelli da 26 mila a 55 mila sono 17.176, quelli da 55 mila a 75 mila sono 1582, quelli da 75 mila a 120 mila sono 1145 e quelli oltre i 120 mila sono 440.

Confronto con il 2017. Come Cipnes Gallura abbiamo messo a confronto le dichiarazioni Irpef del 2018 rispetto a quelle del 2017. I contribuenti galluresi sono aumentati di 1435 unità: erano 107.258 nel 2017 e sono diventati 108.693 nel 2018 con una crescita percentuale pari all’1,3%. L’aumento più consistente in termini assoluti è stato registrato a Olbia, passata da 39.104 contribuenti a 39.823 (+1,8%). Ad Arzachena i contribuenti sono passati da 9306 a 9428 (+1,3%).

Le fasce di reddito dei galluresi cresciute di più sono quelle alte: i contribuenti oltre 120 mila euro sono passati da 388 a 440 (+13,4%); quelli tra 16 mila e 55 mila euro da 15.979 a 17.176 (+7,5%); i contribuenti tra i 75 mila e 120 mila euro da 1077 a 1145 (+6,3%); quelli tra 55 mila e 75 mila da 1508 a 1582 (+4,9) Il centro con maggiori contribuenti oltre i 29 mila euro è Olbia (180) seguito da Arzachena (90).