Stampa

Olbia di nuovo raggiungibile in nave e aereo

Collegamenti liberi dal 3 giugno. I passeggeri dovranno compilare un modulo

alitalia a olbiaDal 3 giugno, Olbia è di nuovo liberamente raggiungibile sia con le navi che con gli aerei. Un decreto del ministro dei Trasporti e un’ordinanza del presidente della Regione hanno sbloccato partenze e arrivi, introducendo alcuni obblighi per i passeggeri. Dopo i lunghi mesi del lockdown, questo passaggio segna la ripresa delle attività economiche a pieno regime. Vediamo nel dettaglio che cosa si può fare.

Porto di Olbia. Dal 3 giugno – come informa l’Autorità di sistema portuale Mare di Sardegna - i passeggeri possono viaggiare sulla tratta tra Olbia e Civitavecchia, operata da Tirrenia, e su quella tra Olbia e Genova, sempre operata da Tirrenia. Sono rotte della continuità territoriale marittima. Fino al 12 giugno, invece, ci sono limitazioni sui passeggeri per la rotta tra Olbia e Livorno, operata da Moby e Grimaldi.

Aeroporto di Olbia. Il 3 giugno l’aeroporto Olbia-Costa Smeralda è stata riaperto al traffico passeggeri, dopo quattro mesi di chiusura prima per i lavori alla pista e poi per il lockdown. I collegamenti garantiti sono quelli in continuità territoriale tra lo scalo olbiese e gli aeroporti di Roma Fiumicino e Milano Malpensa (l’aeroporto di Milano Linate è ancora chiuso). Tutte le tratte sono assicurate da Alitalia. Dal 13 giugno riprenderanno i voli per gli altri aeroporti italiani e dal 25 giugno quelli per gli aeroporti internazionali (nella foto il primo aereo Alitalia partito oggi dal Costa Smeralda; scatto di John Karraca).

Tariffa unica. Fino al 14 giugno, i voli da e per Olbia in continuità territoriale (Milano e Roma) saranno con la tariffa unica: il prezzo dei biglietti sarà dunque uguale per i residenti in Sardegna e i non residenti.

Obblighi per i passeggeri. Dal 3 giugno – come prevede l’ordinanza del presidente della Regione Sardegna del 2 giugno 2020 - tutti i passeggeri in arrivo in Sardegna, sia in aereo che in nave, devono registrarsi prima dell’imbarco, compilando un modulo da inviare in via telematica alla Regione Sardegna (sezione “Nuovo Coronavirus” della homepage regione.sardegna.it) o scaricando la app “Covid19 Regione Sardegna") da IOS e Android.

Deroghe fino al 12 giugno. Tuttavia, fino al 12 giugno, i passeggeri possono compilare il modulo di registrazione a bordo degli aerei e delle navi e consegnarlo, al loro arrivo, al presidio medico sanitario del porto e dell’aeroporto. I passeggeri che hanno già l’autorizzazione per arrivare in Sardegna sulla base delle precedenti ordinanze regionali non dovranno registrarsi.

Sempre dal 3 giugno, una volta arrivati in Sardegna, tutti i passeggeri dovranno sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea e dovranno - nel modulo di registrazione - rispondere anche a un questionario. Verrà richiesto il loro stato di salute negli ultimi 21 giorni e dovranno indicare con quale mezzo sono arrivati in Sardegna (nave, aereo) e dove soggiorneranno (casa, albergo). I dati verranno tenuti dalla Regione Sardegna, ai fini del monitoraggio per il Covid-19, per 14 giorni.