CIPNES-Gallura - Consorzio Industriale Provinciale Nord Est - Gallura

Zona franca doganale (ZDF), la Regione ha approvato l'istituzione delle zone franche non intercluse 

Accolta la richiesta del comune di Olbia: il CIPNES sarà il soggetto gestore

 

Zona industriale consortile
 
La Regione, al fine di  rafforzare  le condizioni per agevolare lo sviluppo e favorire la creazione di strumenti finalizzati al superamento della grave crisi che affligge la Sardegna, ha avviato l’attivazione delle zone franche previste dall’art. 12 dello Statuto così come stabilito dal D.Lgs. n. 75/1998.
In particolare, nella delibera n. 21/4 del 15 aprile 2016, ha fatto propria la necessità rappresentata  dal  Comune di Olbia di  attivare una zona franca doganale  “non  interclusa”  con  annessa  autorizzazione  al  suo  interno  del  regime  di “perfezionamento attivo”, e ha condiviso la  scelta  del  Comune  di  Olbia  che  ha  individuato  nel  “CIPNES  Gallura”  il soggetto gestore della zona franca doganale del porto di Olbia.

Cala Saccaia
 






Delibere regionali:
  • Delibera del 15 aprile 2016, n. 21/5 [file .pdf]
    Piano Sulcis. Proposta di delimitazione territoriale e disposizioni necessarie per la operatività della zona franca di Portovesme/Sant’Antioco e delle aree industriali funzionalmente collegate ai sensi dell’art. 1, comma 2, del decreto legislativo 10 marzo 1998 n. 75.

 


 

Ultimo aggiornamento (Giovedì 21 Aprile 2016 16:50)