Costa Smeralda, arrivati superyacht da 600 milioni (1 giugno 2024)

Tra il 1 e il 3 giugno sono arrivati e ormeggiano fra Porto Rotondo e la Costa Smeralda superyacht per un valore di 600 milioni di dollari. Emerge dalla periodica analisi della Comunicazione e Centro Studi del Cipnes Gallura su dati Marine Traffic e Superyachtfan.

Su 9 superyacht, ben 4 appartengono a investitori degli Stati Uniti, confermando e consolidando la tendenza sulla crescita del mercato americano in Costa Smeralda. 

I 4 americani sono, incrociando i dati di Marine Traffic e del sito superyachtfan.com, Mohammed Abu-Ghazaleh, CEO del gruppo Dal Monte, con il Maraya (54 metri e valore di 35 milioni; Charles Simonyi, creatore della suite di Microsoft Office, con lo Skat (71 metri, valore di 60 milioni); Leo Vecellio, proprietario di una società di costruzioni della Florida, con il Lady Kathryn V (62 metri, valore di 60 milioni); Eddie Lampert, fondatore e CEO di ESL Investments, con il Fountainhead (88 metri, valore di 130 milioni). 

Fra gli italiani, si registra la presenza di Regina d’Italia, il superyacht da 65 metri e 60 milioni di valore di Stefano Gabbana (foto).

I superyacht hanno uno straordinario effetto positivo sull’economia e l’occupazione dei territori in cui ormeggiano, come illustrato nello studio di Cipnes e UniOlbia. 

Un superyacht di 90 metri lascia sul territorio 40.302 euro al giorno. Qui i dati completi.

Durante l’estate 2023, fra Porto Rotondo e la Costa Smeralda sono arrivati 2.330 fra yacht e superyacht, il 30% in più del 2018.