Cipnes-Gallura 

Call it: +39 0789 597125 

 Email it: protocollo@pec.cipnes.it

Le politiche per le imprese

 

Sardegna bandieraIl tessuto economico produttivo della Sardegna, notoriamente costituito da piccole realtà imprenditoriali raramente connesse tra loro secondo una logica di filiera integrata, non sempre è stato capace di mettere a valore il ricco e variegato patrimonio locale dei vari territori regionali.

Per tale motivo gli indirizzi programmatici quali definiti nel Piano Regionale di Sviluppo (PRS 2014 - 2019) della Regione Sardegna, mirano a stimolare politiche di aggregazione interaziendale secondo un modello di sviluppo di tipo “distrettuale” capace di mettere a sistema specifiche funzioni programmatorie e servizi innovativi territorializzati.

Attraverso il Progetto AIE (Attrazione Investimenti Esterni) contemplato dal Piano di Sviluppo Regionale 2014-2019, ad esempio, si vuole perseguire l’obiettivo specifico di creare un sistema sinergico di servizi personalizzati complementari di assistenza volti ad agevolare le attività di localizzazione produttiva e semplificazione degli oneri normativi ad esse connessi.

Le aree industriali della Sardegna, naturalmente vocate ad accogliere le imprese del territorio attraverso l’erogazione di servizi essenziali, sono in tal senso considerate strategiche per il rilancio del sistema produttivo sardo. La Regione Sardegna, già nel Piano di Sviluppo regionale, pone al centro dell’agenda politica la necessità di rendere più moderne e innovative le aree industriali partendo da una ridefinizione dei modelli di governance degli insediamenti produttivi.

A tal fine, nell’ambito della strategia “Istituzioni di alta qualità” del Piano di Sviluppo Regionale 2014-2019, i Consorzi per lo sviluppo industriale, in virtù di un processo di aziendalizzazione, saranno chiamati a svolgere un ruolo fondamentale nella gestione strategica del territorio attraverso il superamento della tradizionale funzione di gestione “immobiliare” delle aree consortili.

In qualità di principale interlocutore istituzionale, i Consorzi Industriali potrebbero svolgere un’importante funzione di valorizzazione dei fattori produttivi e delle imprese che costituiscono il capitale territoriale locale, garantendo l’erogazione di servizi integrati di pre-investimento e successivamente di post-insediamento che servano a favorire un riposizionamento competitivo delle imprese esistenti sul mercato e attrarre nuovi investitori.

Da questo punto di vista i Consorzi industriali, attraverso un dialogo attivo con le imprese, possono diventare quei “soggetti facilitatori” di partnership pubblico-private “intelligenti” che, mediante la creazione di contaminazioni virtuose tra mondo della R&S, promozione, commercializzazione e internazionalizzazione, consentono alle imprese di realizzare “innovazione attraverso la cooperazione” e di portare le proprie idee sul mercato.

Coerentemente con gli indirizzi programmatici generali in materia di governance dei sistemi produttivi locali, la Regione Sardegna ha adottato una serie di strumenti complementari di incentivazione volti a promuovere lo sviluppo competitivo delle imprese

Tra essi si annovera il “Contratto di Investimento”, strumento di incentivazione supportato anche dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, volto ad accrescere la competitività dei sistemi produttivi locali esistenti e attrarre nuovi investimenti attraverso il finanziamento di piani di sviluppo interaziendale fondati sulla condivisione di specifiche infrastrutture e servizi aziendali (produzione, logistica, marketing e commercializzazione) nonché attraverso il finanziamento dell’industrializzazione dei risultati di attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale.  

In tale prospettiva le aree industriali, laddove opportunamente “governate”, rappresentano un terreno fertile per la localizzazione di tali investimenti considerato che il Contratto di Investimento è uno strumento attuativo dell’azione 3.3.1. del POR FESR Sardegna 2014-2020 che prevede il sostegno per investimenti produttivi e di riconversione industriale a carattere innovativo che contribuiscano a un riposizionamento competitivo di sistemi imprenditoriali vitali delimitati territorialmente.

Poiché l’innovazione e la competitività delle imprese dipende anche dalla capacità di proporsi e confrontarsi sui mercati extra regionali cogliendone le istanze, la Regione Sardegna, in attuazione del progetto 2.2 “Internazionalizzazione” del Piano Regionale di Sviluppo 2014-2019, ha adottato il Programma regionale triennale per l’internazionalizzazione 2015-2018.

Tale strumento, attraverso misure di incentivazione e bandi attuativi gestiti dall’Assessorato all’Industria, sostiene le imprese sarde e/o le imprese che vogliano localizzarsi in Sardegna mediante il finanziamento non soltanto di azioni promo-commerciali ma anche di azioni parallele di formazione e accompagnamento finalizzate a incrementare le competenze manageriali degli operatori economici che intendano accedere ai mercati internazionali per valorizzare le eccellenze produttive del territorio sardo.

L’internazionalizzazione dei sistemi produttivi locali è promossa anche dal Fondo per la Reindustrializzazione Aree Industriali, che nella forma del “lease back”, supporta lo sviluppo competitivo di imprese esistenti che investano ANCHE in azioni di R&S, valorizzazione e internazionalizzazione delle risorse locali.

Coerentemente con l’obiettivo di rendere le are industriali più attrattive verso l’esterno, il FRAI favorisce l’acquisizione di fabbricati e /o interi compendi industriali per rendere più snelle e rapide le procedure di avvio attività da parte di nuove imprese nelle aree di insediamento industriale e nelle aree di crisi e territori svantaggiati individuati dalla legge nel territorio regionale.

LINK UTILI:

http://www.sardegnaprogrammazione.it/index.php?xsl=1227&s=35&v=9&c=7488&na=1&n=10

http://www.sardegnaprogrammazione.it/programmazione2014-2020/POFESR/

http://www.sardegnaprogrammazione.it/index.php?xsl=1384&s=278012&v=2&c=12950

https://www.sfirs.it/index.php?xsl=1345&s=15&v=9&c=10708&na=1&n=3&nodesc=1

https://www.sfirs.it/fondofrai/

http://www.sardegnaareeindustriali.it/

http://www.sardegnaimpresa.eu/it

 

Il tessuto economico produttivo della Sardegna, notoriamente costituito da piccole realtà imprenditoriali raramente connesse tra loro secondo una logica di filiera integrata, non sempre è stato capace di mettere a valore il ricco e variegato patrimonio locale dei vari territori regionali.

Per tale motivo gli indirizzi programmatici quali definiti nel Piano Regionale di Sviluppo (PRS 2014 - 2019) della Regione Sardegna, mirano a stimolare politiche di aggregazione interaziendale secondo un modello di sviluppo di tipo “distrettuale” capace di mettere a sistema specifiche funzioni programmatorie e servizi innovativi territorializzati. 

Le aree industriali della Sardegna, naturalmente vocate ad accogliere le imprese del territorio attraverso l’erogazione di servizi essenziali, sono in tal senso considerate strategiche per il rilancio del sistema produttivo sardo. La Regione Sardegna, già nel Piano di Sviluppo regionale, pone al centro dell’agenda politica la necessità di rendere più moderne e innovative le aree industriali partendo da una ridefinizione dei modelli di governance degli insediamenti produttivi.

A tal fine, nell’ambito della strategia “Istituzioni di alta qualità” del Piano di Sviluppo Regionale 2014-2019, i Consorzi per lo sviluppo industriale, in virtù di un processo di aziendalizzazione, saranno chiamati a svolgere un ruolo fondamentale nella gestione strategica del territorio attraverso il superamento della tradizionale funzione di gestione “immobiliare” delle aree consortili.

In qualità di principale interlocutore istituzionale, i Consorzi Industriali potrebbero svolgere un’importante funzione di valorizzazione dei fattori produttivi e delle imprese che costituiscono il capitale territoriale locale, garantendo l’erogazione di servizi integrati di pre-investimento e successivamente di post-insediamento che servano a favorire un riposizionamento competitivo delle imprese esistenti sul mercato e attrarre nuovi investitori.

Coerentemente con gli indirizzi programmatici generali in materia di governance dei sistemi produttivi locali, la Regione Sardegna ha adottato una serie di strumenti complementari di incentivazione volti a promuovere lo sviluppo competitivo delle imprese.

Tra essi si annovera il “Contratto di Investimento”, strumento di incentivazione supportato anche dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, volto ad accrescere la competitività dei sistemi produttivi locali esistenti e attrarre nuovi investimenti attraverso il finanziamento di piani di sviluppo interaziendale fondati sulla condivisione di specifiche infrastrutture e servizi aziendali (produzione, logistica, marketing e commercializzazione) nonché attraverso il finanziamento dell’industrializzazione dei risultati di attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale.  

In tale prospettiva le aree industriali, laddove opportunamente “governate”, rappresentano un terreno fertile per la localizzazione di tali investimenti considerato che il Contratto di Investimento è uno strumento attuativo dell’azione 3.3.1. del POR FESR Sardegna 2014-2020 che prevede il sostegno per investimenti produttivi e di riconversione industriale a carattere innovativo che contribuiscano a un riposizionamento competitivo di sistemi imprenditoriali vitali delimitati territorialmente. 

Poiché l’innovazione e la competitività delle imprese dipende anche dalla capacità di proporsi e confrontarsi sui mercati extra regionali cogliendone le istanze, la Regione Sardegna, in attuazione del progetto 2.2 “Internazionalizzazione” del Piano Regionale di Sviluppo 2014-2019, ha adottato il Programma regionale triennale per l’internazionalizzazione 2015-2018.

Tale strumento, attraverso misure di incentivazione e bandi attuativi gestiti dall’Assessorato all’Industria, sostiene le imprese sarde e/o le imprese che vogliano localizzarsi in Sardegna mediante il finanziamento non soltanto di azioni promo-commerciali ma anche di azioni parallele di formazione e accompagnamento finalizzate a incrementare le competenze manageriali degli operatori economici che intendano accedere ai mercati internazionali per valorizzare le eccellenze produttive del territorio sardo.

L’internazionalizzazione dei sistemi produttivi locali è promossa anche dal Fondo per la Reindustrializzazione Aree Industriali, che nella forma del “lease back”, supporta  lo sviluppo competitivo di imprese esistenti che investano ANCHE in azioni di R&S, valorizzazione e internazionalizzazione delle risorse locali.

Coerentemente con l’obiettivo di rendere le are industriali più attrattive verso l’esterno, il FRAI favorisce l’acquisizione di fabbricati e /o interi compendi industriali per rendere più snelle e rapide le procedure di avvio attività da parte di nuove imprese nelle aree di insediamento industriale e nelle aree di crisi e territori svantaggiati individuati dalla legge nel territorio regionale.

LINK UTILI:

http://www.sardegnaprogrammazione.it/index.php?xsl=1227&s=35&v=9&c=7488&na=1&n=10

http://www.sardegnaprogrammazione.it/programmazione2014-2020/POFESR/

http://www.sardegnaprogrammazione.it/index.php?xsl=1384&s=278012&v=2&c=12950

https://www.sfirs.it/index.php?xsl=1345&s=15&v=9&c=10708&na=1&n=3&nodesc=1

https://www.sfirs.it/fondofrai/

http://www.sardegnaareeindustriali.it/

http://www.sardegnaimpresa.eu/it

Normal 0 14 false false false MicrosoftInternetExplorer4

Il tessuto economico produttivo della Sardegna, notoriamente costituito da piccole realtà imprenditoriali raramente connesse tra loro secondo una logica di filiera integrata, non sempre è stato capace di mettere a valore il ricco e variegato patrimonio locale dei vari territori regionali.

Per tale motivo gli indirizzi programmatici quali definiti nel Piano Regionale di Sviluppo (PRS 2014 - 2019) della Regione Sardegna, mirano a stimolare politiche di aggregazione interaziendale secondo un modello di sviluppo di tipo “distrettuale” capace di mettere a sistema specifiche funzioni programmatorie e servizi innovativi territorializzati. 

Nell’era della globalizzazione, infatti, in cui i fattori produttivi e i capitali si spostano con estrema facilità da un Paese all’altro, si attiva una competizione tra territori per attrarre imprese e capitali che possano contribuire alla valorizzazione e all'incremento della ricchezza che già esiste e si produce a livello locale per effetto di dinamiche endogene.

In tal senso, la Regione Sardegna, ha previsto un modello organizzativo che, coerentemente con il piano “Destinazione Italia”, risponde alla necessità di creare le precondizioni necessarie ad attrarre nuove imprese e favorire lo sviluppo di quelle esistenti.   

Attraverso il Progetto AIE (Attrazione Investimenti Esterni) contemplato dal Piano di Sviluppo Regionale 2014-2019,  ad esempio, si vuole perseguire l’obiettivo specifico di creare un sistema sinergico di servizi personalizzati complementari di assistenza volti ad agevolare le attività di localizzazione produttiva e semplificazione degli oneri normativi ad esse connessi.

Le aree industriali della Sardegna, naturalmente vocate ad accogliere le imprese del territorio attraverso l’erogazione di servizi essenziali, sono in tal senso considerate strategiche per il rilancio del sistema produttivo sardo. La Regione Sardegna, già nel Piano di Sviluppo regionale, pone al centro dell’agenda politica la necessità di rendere più moderne e innovative le aree industriali partendo da una ridefinizione dei modelli di governance degli insediamenti produttivi.

A tal fine, nell’ambito della strategia “Istituzioni di alta qualità” del Piano di Sviluppo Regionale 2014-2019, i Consorzi per lo sviluppo industriale, in virtù di un processo di aziendalizzazione, saranno chiamati a svolgere un ruolo fondamentale nella gestione strategica del territorio attraverso il superamento della tradizionale funzione di gestione “immobiliare” delle aree consortili.

In qualità di principale interlocutore istituzionale, i Consorzi Industriali potrebbero svolgere un’importante funzione di valorizzazione dei fattori produttivi e delle imprese che costituiscono il capitale territoriale locale, garantendo l’erogazione di servizi integrati di pre-investimento e successivamente di post-insediamento che servano a favorire un riposizionamento competitivo delle imprese esistenti sul mercato e attrarre nuovi investitori.

Da questo punto di vista i Consorzi industriali, attraverso un dialogo attivo con le imprese, possono diventare quei “soggetti facilitatori” di partnership pubblico-private “intelligenti” che, mediante la creazione di contaminazioni virtuose tra mondo della R&S, promozione, commercializzazione e internazionalizzazione, consentono alle imprese di realizzare “innovazione attraverso la cooperazione” e di portare le proprie idee sul mercato.

Coerentemente con gli indirizzi programmatici generali in materia di governance dei sistemi produttivi locali, la Regione Sardegna ha adottato una serie di strumenti complementari di incentivazione volti a promuovere lo sviluppo competitivo delle imprese

Tra essi si annovera il “Contratto di Investimento”, strumento di incentivazione supportato anche dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, volto ad accrescere la competitività dei sistemi produttivi locali esistenti e attrarre nuovi investimenti attraverso il finanziamento di piani di sviluppo interaziendale fondati sulla condivisione di specifiche infrastrutture e servizi aziendali (produzione, logistica, marketing e commercializzazione) nonché attraverso il finanziamento dell’industrializzazione dei risultati di attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale.  

In tale prospettiva le aree industriali, laddove opportunamente “governate”, rappresentano un terreno fertile per la localizzazione di tali investimenti considerato che il Contratto di Investimento è uno strumento attuativo dell’azione 3.3.1. del POR FESR Sardegna 2014-2020 che prevede il sostegno per investimenti produttivi e di riconversione industriale a carattere innovativo che contribuiscano a un riposizionamento competitivo di sistemi imprenditoriali vitali delimitati territorialmente. 

Poiché l’innovazione e la competitività delle imprese dipende anche dalla capacità di proporsi e confrontarsi sui mercati extra regionali cogliendone le istanze, la Regione Sardegna, in attuazione del progetto 2.2 “Internazionalizzazione” del Piano Regionale di Sviluppo 2014-2019, ha adottato il Programma regionale triennale per l’internazionalizzazione 2015-2018.

Tale strumento, attraverso misure di incentivazione e bandi attuativi gestiti dall’Assessorato all’Industria, sostiene le imprese sarde e/o le imprese che vogliano localizzarsi in Sardegna mediante il finanziamento non soltanto di azioni promo-commerciali ma anche di azioni parallele di formazione e accompagnamento finalizzate a incrementare le competenze manageriali degli operatori economici che intendano accedere ai mercati internazionali per valorizzare le eccellenze produttive del territorio sardo.

L’internazionalizzazione dei sistemi produttivi locali è promossa anche dal Fondo per la Reindustrializzazione Aree Industriali, che nella forma del “lease back”, supporta  lo sviluppo competitivo di imprese esistenti che investano ANCHE in azioni di R&S, valorizzazione e internazionalizzazione delle risorse locali.

Coerentemente con l’obiettivo di rendere le are industriali più attrattive verso l’esterno, il FRAI favorisce l’acquisizione di fabbricati e /o interi compendi industriali per rendere più snelle e rapide le procedure di avvio attività da parte di nuove imprese nelle aree di insediamento industriale e nelle aree di crisi e territori svantaggiati individuati dalla legge nel territorio regionale.

LINK UTILI SITO CIPNES (programmazione e misure regionali)

http://www.sardegnaprogrammazione.it/index.php?xsl=1227&s=35&v=9&c=7488&na=1&n=10

http://www.sardegnaprogrammazione.it/programmazione2014-2020/POFESR/

http://www.sardegnaprogrammazione.it/index.php?xsl=1384&s=278012&v=2&c=12950

https://www.sfirs.it/index.php?xsl=1345&s=15&v=9&c=10708&na=1&n=3&nodesc=1

https://www.sfirs.it/fondofrai/

http://www.sardegnaareeindustriali.it/

http://www.sardegnaimpresa.eu/it

Normal 0 14 false false false MicrosoftInternetExplorer4

Design by: www.diablodesign.eu

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
cookie policy Ok