Manutenzione straordinaria della Circonvallazione ovest di Olbia - viabilità primaria di collegamento all'agglomerato industriale e al porto commerciale 

 

Svincolo San NicolaIl Consorzio Industriale CIPNES-Gallura è impegnato nella manutenzione straordinaria della viabilità primaria di collegamento all’agglomerato industriale e al porto commerciale di Olbia, in particolare nel tratto di circonvallazione ovest compreso tra lo svincolo sulla S.P. 4/M “Olbia-Arzachena-Palau” e lo svincolo sulla strada statale SS 199 “Olbia-Sassari” – SS 131 DCN direttrice Nuoro-Cagliari.

Per i lavori di messa in sicurezza della circonvallazione ovest di Olbia (finanziati con il Piano Regionale delle infrastrutture che la Giunta Regionale ha approvato con deliberazione 22/1 il 7 maggio 2015), la Regione Sardegna ha individuato il CIPNES-Gallura come soggetto attuatore e ha previsto un finanziamento di 2.700.000 euro.

Gli interventi previsti sull’intera estesa stradale comprendono la scarifica e il rifacimento del manto bituminoso d’usura, il rifacimento e l’adeguamento della segnaletica stradale orizzontale e verticale, la sostituzione dei guard-rails a doppia onda con quelli a tripla onda, e, infine, la sostituzione dei giunti di dilatazione ammalorati nei viadotti nonché il ripristino funzionale del sistema di ancoraggio della struttura portante delle barriere antirumore-fonoisolanti.

Gli interventi sono stati articolati in due stralci funzionali: il primo stralcio, già realizzato, ha riguardato il tratto di strada della circonvallazione esterna compreso tra lo svincolo tra la S.P. 4/M “Olbia-Arzachena-Palau” e lo svincolo “Olbia – via Barcellona”, e il tratto relativo all’intersezione rotatoria tra la S.P. 82 Olbia-Pittulongu e l’ingresso per il porto industriale.

viadottoI lavori sono stati eseguiti nel periodo tra settembre e dicembre 2015 (collaudati il 17.03.2016) dall’impresa CO.GE.SA. Srl di Ozieri, per un importo pari a euro 570.487,34 più iva.

Gli interventi del secondo stralcio, suddivisi in due lotti prestazionali già appaltati, saranno realizzati tra gennaio e marzo 2017 lungo la circonvallazione ovest, nella tratta compresa tra la svincolo “Olbia-Via Barcellona” e lo svincolo sulla strada statale SS 199 “Olbia-Sassari” – SS 131 DCN direttrice Nuoro-Cagliari; gli interventi di manutenzione ricomprendono anche gli svincoli della S.S. Olbia-Sassari, Nuovo Ospedale, Pasana e Santa Mariedda.

L’impresa Licheri srl di Sarule (NU) eseguirà gli interventi sul tappeto di usura, sostituirà i giunti di dilatazione nei viadotti e si occuperà del rifacimento della segnaletica orizzontale (1° lotto prestazionale). L’importo di questi lavori è pari a euro 584.905,76 più iva.

L'impresa Palistrade 2000 srl di Caserta eseguirà gli interventi relativi alle barriere di sicurezza, alla sostituzione dei guard rail e alle reti di protezione sui viadotti (2° lotto prestazionale) per un importo totale pari a euro 580.980,30 più iva.

 

Leggi l'articolo de "La Nuova Sardegna" del 21 gennaio 2017

 

 


 

 

Alternanza Scuola-lavoro: il CIPNES  accoglie presso le proprie strutture gli studenti dell'istituto Agrario e del Liceo Scientifico Mossa di Olbia


La Nuova Alternanza scuola lavoroIl CIPNES ospita presso le sue strutture 50 studenti dell’Istituto IIS Amsicora (Istituto Agrario) e 10 studenti del Liceo Scientifico Mossa indirizzo psico-pedagogico, entrambi di Olbia, nell’ambito di un progetto di formazione e orientamento in alternanza scuola-lavoro.

L’alternanza scuola-lavoro, obbligatoria per tutti gli studenti dell’ultimo triennio delle scuole superiori, inclusi i licei, è una delle innovazioni più significative della L. 107/2015 (la cosiddetta “Buona Scuola”): l’obiettivo, in linea con il principio della scuola aperta, è far diventare la scuola la più efficace politica strutturale a favore della crescita e della formazione di nuove competenze, contro la disoccupazione e il disallineamento tra domanda e offerta nel mercato del lavoro. Il progetto alternanza scuola lavoro offre agli studenti l’opportunità di inserirsi in contesti lavorativi adatti a stimolare la propria creatività e favorire lo sviluppo del senso di iniziativa ed imprenditorialità, ovvero la capacità di tradurre le idee in azione e di pianificare e gestire progetti per raggiungere obiettivi.

Relativamente all’Istituto Amsicora (Istituto Agrario), il progetto di alternanza prevede un percorso formativo nel settore manutenzioni-infrastrutture e implementazione e gestione delle aree verdi consortili di 80 ore destinato alle classi dell’ultimo triennio, e avrà l’obiettivo di formare figure professionali di eccellenza specifica nel settore delle manutenzioni di parchi e giardini e nella gestione e tutela del verde.

Il Centro per l’infanzia consortile “I Folletti di Kines” ospiterà gli studenti del Liceo Mossa per inserirli in un progetto formativo che vedrà i ragazzi impegnati (con disposizione diversa a seconda del servizio) nelle attività del Centro a fianco degli educatori. Il progetto è destinato a una decina di ragazzi e si svolgerà durante l’orario scolastico per circa 30 ore.

I tutor formativi delle scuole e i tutor formativi dell’Ente CIPNES-Gallura collaboreranno per organizzare le attività formative e assistere gli allievi nello svolgimento delle stesse.

 

Leggi l'articolo de "La Nuova Sardegna" del 16 gennaio 2017

 

 


 

 

FabLab di Olbia: il futuro della città passa dai "nerd"

Il sogno è trasformare Olbia nella culla della quarta rivoluzione industriale

 

fab-lab-olbia-sede-1000x600

Sono in continuo movimento: ogni chiacchierata, ogni oggetto, ogni immagine, anche casuale, dà loro occasione per nuove idee e nuovi progetti. Sono i ragazzi del FabLab Olbia: un gruppo di giovani tecnici che ha deciso di mettersi in gioco e di creare una struttura a servizio delle imprese, dei giovani e di chiunque abbia un'idea da sviluppare o di qualunque persona che voglia semplicemente imparare.

Le competenze a Olbia ci sono e il FabLab è solo uno dei tanti esempi in proposito. Il co-working, la collaborazione, il mettersi in rete è il futuro e i ragazzi del laboratorio di via Qatar ne sono convinti.

Il FabLab Olbia collabora con le scuole cittadine, con la CNA, con il CIPNES per il progetto Insula, e con tutti coloro che vogliano offrire il loro contributo e collaborazione: il tesseramento è aperto.

Continua a leggere l'articolo di Olbia.it

 


 

Presentato il FabLab Olbia

Nasce dalla collaborazione fra CNA Gallura e CIPNES


FabLab 2

FabLab Burrai

 

Giovedì 5 maggio 2016 è stato presentato presso la nuova sede di Via Qatar, il FabLab Olbia, nato dalla collaborazione fra CNA Gallura e CIPNES.

 

Il presidente del Fab Lab Olbia, l’ing. Antonio Burrai, ha illustrato ai giornalisti e al folto pubblico presente la tecnologia digitale che può consentire una vera e propria rivoluzione industriale grazie a sistemi innovativi. Numerosi i campi di applicazione, dal sughero al cuoio, dalla nautica all’edilizia.

 

 

 

FabLab Deledda

FabLab Gattu

L'efficacia di questi nuovi sistemi, un mix tra i metodi tradizionali e l’innovazione, è stata sottolineata dai diversi relatori intervenuti.

 

Il FabLab Olbia punta ad aiutare le imprese a mettersi al passo con le nuove idee, grazie alla creatività e alla capacità di usare la tecnologia, in modo da crescere anche dal punto di vista economico.

 

 

 


 

 

La Banca d'Italia ha reso noto il rapporto annuale sull'economia della Sardegna

Pubblicato il numero 20/2016


Banca dItalia Leconomia della Sardegna 20-2016

 

 

Nel 2015 si sono irrobustiti i segnali di ripresa dell'economia regionale che avevano iniziato a manifestarsi nell'anno precedente.

Alla difficoltà delle imprese regionali nell'intercettare la domanda estera si sta gradualmente affiancando un rafforzamento di quella interna, in particolare per consumi e investimenti.

Leggi lo Studio della Banca d'Italia  "L'economia della Sardegna - n. 20/2016"

 

 

 

 

 

 


 

 

FabLab: il futuro avanza

Nasce l'artigiano digitale

FabLab Olbia La Nuova 06.05


 


 

Zona franca doganale (ZDF), la Regione ha approvato l'istituzione delle zone franche non intercluse 

Accolta la richiesta del comune di Olbia: il CIPNES sarà il soggetto gestore

 

Zona industriale consortile
 
La Regione, al fine di  rafforzare  le condizioni per agevolare lo sviluppo e favorire la creazione di strumenti finalizzati al superamento della grave crisi che affligge la Sardegna, ha avviato l’attivazione delle zone franche previste dall’art. 12 dello Statuto così come stabilito dal D.Lgs. n. 75/1998.
In particolare, nella delibera n. 21/4 del 15 aprile 2016, ha fatto propria la necessità rappresentata  dal  Comune di Olbia di  attivare una zona franca doganale  “non  interclusa”  con  annessa  autorizzazione  al  suo  interno  del  regime  di “perfezionamento attivo”, e ha condiviso la  scelta  del  Comune  di  Olbia  che  ha  individuato  nel  “CIPNES  Gallura”  il soggetto gestore della zona franca doganale del porto di Olbia.

Cala Saccaia
 






Delibere regionali:
  • Delibera del 15 aprile 2016, n. 21/5 [file .pdf]
    Piano Sulcis. Proposta di delimitazione territoriale e disposizioni necessarie per la operatività della zona franca di Portovesme/Sant’Antioco e delle aree industriali funzionalmente collegate ai sensi dell’art. 1, comma 2, del decreto legislativo 10 marzo 1998 n. 75.