Cipnes-Gallura 

Call it: +39 0789 597125 

 Email it: protocollo@pec.cipnes.it

SNO: TRENT'ANNI IN MARE APERTO

"Il cantiere nautico Novamarine pronto nel 2020

nell'area della ex Palmera"

 

sno 6di Grazia Fiori

Fondata e diretta dai fratelli Andrea e Francesco Pirro, la SNO è un’importante azienda nautica che in 30 anni è riuscita ad affermarsi nel panorama del grande mercato nautico internazionale divenendo leader nel settore. Il punto di forza di SNO è la diversificazione dei servizi che spaziano dalla vendita di grandi e prestigiosi brand internazionali di yacht, al service e refit per imbarcazioni fino a 80 metri, al manufacturing con la costruzione dei luxury tender col marchio Novamarine.

Oltre alla sede principale di Olbia la SNO è presente a Puntaldia, Portisco, Roma e Montecarlo.

Attualmente è in fase di realizzazione un imponente cantiere nautico per la costruzione di tender e supertender (fino a 24 metri) con il marchio Novamarine. L'area di circa 7 ettari interessata dall'investimento dei fratelli Pirro è quella dismessa da circa 10 anni della ex Palmera, l'azienda sorta agli albori degli anni '60 alla periferia di Olbia e diventata successivamente una delle più rilevanti società dell'agroalimentare italiano.

Siamo andati a trovare Andrea Pirro nel suo splendido ufficio di Olbia, in località Su Arrasolu all'interno dell'area industriale consortile.

Come nasce l’azienda SNO?

“Mio fratello Francesco ed io siamo arrivati a Olbia giovanissimi, pressoché ventenni, come dipendenti di Beppi Carlini che, per chi non lo sapesse e non l’avesse conosciuto, è stato uno dei personaggi più rilevanti per la nautica in Italia”.

Quindi?

“Poi aprimmo un cantiere all’Isola Bianca da cui dovemmo andar via perché il lotto venne espropriato per la costruzione del cosiddetto “tunnel”. Siamo dunque approdati a Cala Saccaia, nell'area industriale consortile di Olbia, alla fine degli anni ‘90”.

Poi, avete compiuto passi da gigante…

“A quei tempi credere nella nautica non era scontato. Soprattutto non era scontato investire nel service. E la Sno si è sempre occupata principalmente di service”.

Una scelta strategica che ha pagato.sno 5

“Beh, sì. Oggi infatti Olbia è al primo posto in termini di fatturato per le attività legate al rimessaggio e questo, verrebbe da dire, nonostante l’Autorità Portuale che a Olbia impone tasse 5, 10 volte più alte che nel resto d’Italia. Bisogna  aggiungere per amore di verità che oggi su questo problema registriamo maggiore sensibilità, e che proprio l’attuale presidente dell’Autorità Portuale Massimo Deiana è impegnato in prima linea per trovare una soluzione. Purtroppo non è un percorso facile e ci vorrà tempo”.

Chi è il vostro cliente tipo?

“Il nostro cliente tipo è di fascia alta, e ovviamente pretende tanto. Tra di loro spiccano tanti stranieri; gli italiani sono pochini”.

Quanti cantieri ha la SNO in zona industriale a Olbia?

"Abbiamo due cantieri che si occupano principalmente di rimessaggio di barche. Uno è più grande e ha le macchine, i fondali, la struttura necessaria per barche fino a 80 metri. L’altro è sno 3più piccolo e lavora su barche di 18-20 metri”.

E i programmi futuri quali sono?

“Attualmente abbiamo in costruzione un nuovo stabilimento nel quale dirotteremo la attività di refit e di costruzione di tender e supertender con il marchio Novamarine. Sarà pronto nel 2020”.

La Novamarine del compianto Beppi Carlini…

“Sì, la Novamarine è la più vecchia azienda in Sardegna per la costruzione dei gommoni e fu fondata proprio da Beppi Carlini, un genio nel settore, un precursore nel mondo della nautica con intuizioni e idee profondamente innovative, colui che ebbe l’idea del gommone come lo conosciamo oggi, vale a dire una imbarcazione con i vantaggi della barca (non ti bagni o ti bagni meno) e i vantaggi del gommone, ovvero la stabilità.  Ormai i gommoni sono delle vere e proprie barche: questi tender possono arrivare fino a 24 metri e sono richiesti non solo come mezzo di trasporto dallo yacht al porto ma anche come imbarcazione da gestire in autonomia senza equipaggio, oppure ancora come seconda o terza imbarcazione".

PALMERA 2Dove nascerà il cantiere Novamarine?

"Il cantiere è in costruzione nel sito industriale della ex Palmera, in un'area di circa 7 ettari, di cui 2,5 ettari occupati da capannoni in stato di elevato degrado che demoliremo per lasciare spazio alla costruzione del nuovo stabilimento e relative superfici operative scoperte pertinenziali. E' un'area che il Cipnes-Gallura ha espropriato nel luglio 2014 e ha successivamente affidato alla SNO proprio con l'obiettivo vincolante della realizzazione di un nuovo cantiere nautico e contestuale riconversione e riqualificazione ambientale del sito".

Quanti dipendenti ha la SNO?

"Circa 150".

Oggi c’è spazio a Olbia per una attività di costruzione di barche?Planivolumetrico v3

"A parer mio no. Ci sono altri cantieri in Italia specializzati nella costruzione di barche. E’ un mercato di nicchia. Più promettente è invece il mercato dei tender e dei supertender che ormai stanno sostituendo le barche per la loro estrema versatilità”.

 

 

Vedi il render del nuovo stabilimento Novamarine 

Ecco la videointervista con Andrea Pirro che parte proprio dal ricordo di Beppi Carlini

Design by: www.diablodesign.eu

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
cookie policy Ok